Alice in Cammino

Casa famiglia con servizi formativi alle autonomie
per l'inserimento socio lavorativo
di persone con disabilità.

Perchè "Alice in Cammino"?

Alice è in cammino

Alice è in viaggio. Alla ricerca di se stessa, di un'identità smarrita. Alice cade all'indietro e balza in avanti, incontra frammenti di sé in ogni personaggio che interroga. Curiosa, sofferente e impavida apre tutte le porte, assaggia ciò che trova, si avventura in dialoghi rischiosi.


Alice si guarda attorno

ragiona, si sbaglia nel parlare, manipola le parole in modo da far emergere contenuti nascosti e messi a tacere, subisce una serie di mutamenti, di ingrandimenti e rimpicciolimenti del proprio corpo. Alice capovolge i valori del mondo di superficie, ha timori e ambivalenze, si ritrova immersa in un mare di lacrime, tira fuori rabbie e rancori, ragiona sull'esperienza, riflette sugli altri, non si adegua.


Alice alla fine del viaggio si scopre diversa

ha finalmente trovato il suo modo di essere e la sua visione del mondo; così, nell'autenticità della risposta alla Regina, la bambina torna finalmente ad essere libera.

La nostra Casa Famiglia si chiama così perché intende essere un luogo creativo e di partecipazione nel quale gli ospiti possano riscoprire la libertà di essere se stessi ritrovando confidenza con il proprio universo sentimentale e affettivo, imparando a riconoscere i propri bisogni per trasformarli in diritti da esercitare, creando relazioni solide e significative, mettendo a disposizione le proprie abilità e tornando a desiderare, desiderare e desiderare.

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione. Per saperne di più, conoscere quali cookie utilizziamo, quali sono di terze parti, visita la nostra pagina dedicata. Ulteriori Dettagli